Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘cult’ Category

Chi di certo non ha mai visto BIG, (questo film qua trailer) non potrà di sicuro ricordare la memorabile scena del Luna Park, dove il piccolo ribelle bambino (che poi diverrà l’adulto Tom Hanks) si accosta alla mitica macchina della fortuna ovvero “ZOLTAR” il Fortune Teller (per dirla all’americana), e chiede come desiderio di voler diventare grande! Occhi rossi, bocca aperta e puF! l’inquietante personaggio, mezzo mago mezzo sultano/aladino fa scattare la magia  con una monetina anche se la macchina ha la spina staccata….

Ma l’infernale “macchina dei desideri” (definita anche meraviglia astrologica) che da allora si è mitizzata, non ha mai perso il suo fascino misterioso, così sono cambiati i nomi o i soggetti ma il succo no, infatti abbiamo: Zoltar, Zoltan, Zultan, le donne Sybille, Zelda, Doraldine, la nonna maga o la gitana e per non farsi mancare nulla anche gli animali profeti come l’asino o l’inquietante gatto/volpe che impazzavano ad inizio secolo.

giochi della fortuna:zoltar e le altre....

In effetti tale macchina/gioco trova in america e non solo svariati prototipi meccanici fin dai primi anni del 900 per poi passare a quelli elettrici e successivamente alle coin machine negli anni 50. Nei luna park, giostre e circhi carovana del mondo si sono succedute le più svariate e curiose macchine, ma di fatto il fascino del gioco della fortuna, del chiarovvegente meccanico che dispensa consulti, delle sibille profetiche che dan responsi…ha sempre catturato.Un pò come fu per il Peepshow o il braccio meccanico pescasorprese.

le più inquietanti macchine della predizione e fortuna

Consapevoli di gettare nelle tasche dei giostrai le nostre monetine quanti di noi non hanno mai provato uno Zoltan, una sibilla, un test dell’amore ecc..??? Di fatti tali giochi anno resistito quasi un secolo, mutando e migliorando, ma restando ancorati allo stesso concetto SFILAMONETINE a cui pare si abbocca ancora. Il successo all’epoca fu tale che le case di giocattoli non persero tempo a replicare in miniatura il gioco che divenne CULT in tantissime case degli anni 60, come fa tutt’oggi la MAGICA 8 BALL…

diavolo swami.chiedi e ti sarà detto

palla magica risponde ai quesiti

Però al giorno d’oggi è raro ritrovare tali “giochi” per i parchi, per questo diventano oggetti vintage e ad appannaggio di collezionisti o rari riproduttori moderni. Di certo non sono mancante anche stranezze e assurdità in tali proposte, come la macchina SFORNAPREGHIERE o la PENNA MAGICA che da la risposta con la scrittura automatica

certo che ‘inquietante Zoltar è e lo sarà nei ricordi di sempre, ma le repliche moderne non fanno altro che sottolinearlo

che aspetti allora DOMANDA e TI SARA’ DETTO…..

Read Full Post »

obamania1Uomo dell’anno, 44°presidente degli Stati Uniti, primo presidente di colore. Senza dubbio Barack Obama resta un nome da ricordare nella storia, e a farlo ci pensa pure l’incisività della sua personalità e di una grande campagna mediatica che lo elegge in assoluto un soggetto d’arte molto preso di mira. Disneyano:tra il santo e il supereroe è entrato nell’immaginario mondiale come vento di cambiamento e  i media lo hanno subito adorato. A quasi un anno dal suo ingresso è l’ora di tirare le somme su questa figura carismatica, che continuamente sta venendo celebrata nel mondo dell’arte ufficiale e uffciosa fino a divenire una vera e propria ICONA. Tutto è comiciato da quì. Un manifesto d’arte incisivo e fondamentale nel passaggio di Obama da persona a personaggio.Poi l’obamania

shepard-fairey-obama

Poi ci si è sbizzarriti e l’arte e gli artisti hanno fatto il resto: quadri, mostre, illustrazioni e fumetto. Obama entra nell’arte.

obama-art1

obama-art3Anche i collage non si sono risparmiati:fatti di centesimi, lego, di foglie, perline, di palline e anche di dolci cupcakes..Per non parlare della LAnd Art che ha visto il suo faccione sia sulla sabbia che sulla neve…e di numerosi murales giganti!

obama-art2

obama-graffiti

Neanche i grafici e gli illustratori hanno risparmiato Obama dai fotomontaggi e lo hanno reso superobama o san Obama… il tutto molto esilarante grazie a Photoshop

obama-photoshop

obama-photoshop-art

di conseguenza non è mancato molto alla diffusione di centinaia di gadget:magliette, abiti d’alta moda,scarpe e matrioske…. e soprattutto doll, Action figures incredibili e buffe che vedono Obama incarnare Robin Hood o il maghetto Harry Potter..

obama-doll

obama-gadgetInsomma Obama ha fatto perdere la testa e continua a farlo…

Read Full Post »

Oggetto cult del mese 2

livingdeaddolls

Come rinunciare ad una matita senza punta? Per soddisfare il senso dell’horror che in voi, questo mese vi consiglio questo splendido oggetto cult: il temperamatite horror! roba che Dario Argento ha di sicuro sulla scrivania…e che voi piccoli orrorofili amerete di sicuro…vomita i trucioli,vomita!

Read Full Post »

barbie_head_Qual’è il giocattolo più famoso e venduto al mondo? Non ci saranno obiezioni se prima in classifica ci sta lei: la BARBIE. In realtà il suo nome vero e primo è Barbara, come la figlia della creatrice. Non solo nasce come bambola adulta (nell’aspetto) ma  è anche il primo giocattolo vip che entra negli spot tv. Chi non ha avuto una Barbie da bambina ha di sicuro avuto una sua falsa imitazione, e i maschietti almeno una volta hanno tenuto in mano un Ken, celebre compagno della diva di plastica! Adesso circolano delle quintuplicate copie, nei volumi delle forme, delle labbra e nel fare sempre più aggressivo: sto parlando delle varie Bratz e simili che nulla hanno a che fare con la regina incontrastata dei giochi infantili, sia per fama che per qualità. La Barbie non è una bambola qualsiasi..è una celebrità.

barbieold

 

 La bambola planetaria però vanta un primato anche in negativo. Infatti non solo ha toccato il successo con la varietà dei modelli proposti: Barbie di etnie diverse, Barbie atleta, infermiera, chef, rockstar, ballerina ecc. ma ha anche raggiunto il primato di giocattolo più odiato. La fama ha contribuito a far crescere l’amore e il desiderio di possederla, ma una volta ottenuta scatta spesso una molla.Una ricerca ha dimostrato infatti che le bambine dopo poco tempo o crescendo di anno in anno, proiettano le loro aggressività sulla bambola, che tende a detta dei dottori a rimebrare il passato infantile. Io direi anche che il prototipo di bellezza espresso dal giocattolo è molto lontano dalla comune bellezza. Quindi la bambina che si sente adulta ripone nella sacra bambola tutte le sue torture più atroci…

barbietortd

torture-barbie

Infiniti sono i supplizi  inflitti alle Barbie, che in giro per il web si trovano a bizeffe.Non solo tirate di capelli, tagli e spappolamenti…una barbie nuda e senza vesti è il primo sintomo… ma frullatori, microonde, fuoco, martelli, chiodi e tanto ancora. C’è poi  chi adulto o adolescente in fase di sfogo, prepara una sedia elettrica con pile per dar fine alla bella plasticosa, e alcuni hanno inventato un macabro set da gioco delle torture per la povera vittima. Addirittura è stato organizzato il Barbie Death Camp, un campo della morte appunto, a metà tra museo ed installazione, dove centinaia di Barbie sono state  martorizzate per bene: crocifissioni, impiccaggioni e anche infornate di massa..Proprio ai confini del buon gusto, avrebbe fatto raccapricciare ogni bambina del mondo non ancora cresciuta.

barbie-death-camp

C’è poi chi ha osato mettendo in rete un sito dove sfoggiano le bambole più macabre e orrorifiche create…La Barbie si trasforma Horror: in zombie, in diavolo, in Medusa, e in bambola satanica e voodoo..

barbie-horror

Il mondo Barbie oltre ad essere il più torturato è anche il più prolifico, per tale motivo i produttori non si sono fatti mancare nulla, producendo le più svariate tipologie, ispirate alle mode, ai film e a varie epoche oltre un gran numero di accessori e gadget annessi al marchio milionario. Alcune tipologie, sapientemente manipolate risultano davvero inquietanti per dei giochi di bimba..la Barbie è gotica, avvizzita, sadomaso e bulimica…

barbie-varieta

C’è ovviamente chi ci gioca e le modifica ironicamente ponendole anche in situazioni estreme: assassina, crudele, e sulla scena del crimine…

extreme-barbie

La Barbie infatti non è solo l’ambita dalle bambine ma è anche preda di artisti e di folli collezionisti (oltre 100,000 )disposti a tutto per avere modelli rari e introvabili, anche molto costosi. Ambitissime sono quelle con abiti pregiati e quelle che sono sosia di vip o celebrity: Marilyn Monroe, Cher, attrici, e tante altre…anche le suore!

mondo-barbie

 Eppure riesce sempre a far parlare di se: in Arabia è stata messa al bando perchè troppo peccaminosa, i film che la vedono protagonista sono numerosi e il citazionismo si spreca, vedi Lisa Simpson e la sua Malibù Stacy… Barbie è una donna indipendente e forte, un vero Culto, ma anche sinonimo dell’essere gallina e superficiale per alcuni; eppure c’è chi vorrebbe essere una Barbie reale..

patent1numerouno01saintbarbie

barbie-curiosita

 real-barbie

Straimitata ovunque non solo fra i chirurghi, al suo fianco occupa posto stabile l’adorato Ken. Anch’egli di bellezza e proporzioni greche ha fatto gridare allo scandalo e rivisto in disparate forme. Tenero compagno di giochi riscuote tutt’ora anche apprezzamenti dal popolo gay. Macho, machissimo o algido e freddo, ecco i mille volti di Ken:

barbie-love

ken-barbie-man

Il post è stato denso e prolisso ma ne valeva la pena, poichè Laccahrossa ha tanto adorato Barbara e ci ha giocato parecchio…fino alla sua tortura finale, divenire una dark sadomaso e crepare impiccata dai gioielli..un sogno represso?

2066165703_6dfdf4ef47

Read Full Post »

 

ttttt

Da quando Ebay, il portale del commercio e della vendita on line ha aperto i battenti gli utenti ne hanno viste delle belle, di cotte e di crude. Negli anni infatti sempre più acquirenti si sono fatti avanti e di conseguenza i venditori. Una volta solo tramite alcuni giornaletti si potevano fare acquisti stravaganti, come gli occhiali a raggi X, o il set da 007, oggi a parte le cose kitsch di euronova e co. abbiamo internet.Quando infatti abbiamo bisogno di un regalo particolare da fare o di un acquisto stravagante sappiamo che Ebay brulica, ma alcuni hanno davvero esagerato. Si vende anche l’impossibile e l’assurdo:dalla vendita dell’anima con tanto di contratto (un vero must), a quella della suocera, fidanzata…a quella di paesi, alieni, lacrime di coccodrillo, l’ombra, corpi,ecc. e anche due piccioni con una fava. Alcuni si propongono come insultatori ufficiali,come amici o nemici speciali, altri fanno anche elemosina on line. Insomma il guazzabuglio internettiano ne riserva di belle e l’ idea di INCREDIBILE ma Ebay è davvero una genialata, tanto da raccogliere gli annunci e le proposte di vendita più assurde di sempre.Vediamone alcune imperdibili:

assurdo-ebay0

La classifica è notevole e si aggiungono sempre nuovi elementi d’interesse come questi, alcuni davvero criptici (vedi semi di cocomero..), si spazia dai gadget, agli hi-tech e ai real gift. L’assurdita di tali offerte sta anche nella formulazione dell’annuncio stesso,alcuni davvero imperdibili:

assurdo-ebay1

assurdo-ebay2

Se trovaste quindi, qualcosa degna di nota non esitate a farcelo notare! Per adesso nella mia personale classifica sta il RUTTATORE mp3…ahahah!

Read Full Post »

                           l'esorcista

Questa faccia non vi è nuova vero? E si, non si può scordare, anche se Linda Blair de L’ESORCISTA dimostra come tanti baby attori hanno subito negativamente il fatto di interpretare ruoli forti, soprattutto horror e gore al cinema. Sono tantissimi i piccoli talenti del grande schermo, alcuni veramente bravi da far accapponare la pelle in tutti i sensi. Infatti non parleremo di Shirley Temple ne del piccolo del Sesto senso e Forrest Gump (troppo fragile e buono in fondo), ma di quei piccoli bambini inquietanti e malvagi del cinema, quelli cattivi che di certo non si dimenticano. Diciamo che già col loro candore i bambini riescono ad inquietare molto in queste pellicole, ma quando si rivelano, sono micidiali e si stampano nella memoria.

Lui è DAMIEN di The omen…che bel bambino…chi non vorrebbe un figlioletto malefico così, tutto suo padre:Satana!

harvey-stephens01MBDOMEN FE003

 

 

 

 

 

Lui invece è il cugino fresco fresco di Damien, un’altro piccolo figlio di satana…brrrr che sguardo.

omen666201

Non da meno gli orientali, col bimbo fantasma azzurrognolo di THE GRUDGE, quello con gli occhi da alieno.

grudge_orig_011

E Miko Hughes di PET CEMETARY? Adorabile col suo bisturi in mano…aveva solo 3 anni li.

petsematarygage5

Indimenticabili sono senza dubbio le inquietanti gemelline di THE SHINING, che rispetto a Nicholson facevano un baffo con il loro sguardo.

the-shining

Andando indietro nel tempo, come non ricordare i teneri bambini albini de IL VILLAGGIO DEI DANNATI, che coi loro occhioni si sono stampati nella memoria?

28445727cf9f3de368bb177e0ffc4c6c

Sempre nel passato troviamo anche la bimba de IL GIGLIO NERO, piccola adorabile assassina!

6a00d83451cb7469e200e54f4577ca8834-640wi

E poi Cronemberg con la sua Covata Malefica, degna erede dei bambini del Villaggio dei Dannati.

disbroodtableau

Questo invece è il bambino inquietantissimo di BIRTH-IO SONO SEAN lo ricordate?

story

La nuova Linda Blair invece è la piccola attrice di THE RING, qualcosa che non si dimentica facilmente.

11920351_samaramorgan

Ma non scordiamoci che la lunga lista dei BAMBINI DEL MALE ha inizio anche dalla culla… ROSEMARY BABY docet dopotutto.

rosesbaby

Tantissimi si chiedono come faranno questi bambini ad interpretare questi ruoli così pesanti, difficili e paurosi..dopotutto si parla sempre di horror o trhiller..c’è chi accusa i genitori direttamente, ma come può influire un’interpretazione simile in un bambino? semplice basta sapere cosa è diventato. Quì potrete ammirare come sono ora alcuni protagonisti e cosa fanno nella vita…children in horror movies. Vi assicuro che le Gemelle di Shining fanno ancora paura…

Read Full Post »

foto-cioe

Quando guardate una foto così..cosa pensate? Quante volte vi imbattete in blog glitterati, luccicosi, con angioletti, fatine e orsetti da mal di testa pieni zeppi di foto pseudo-emo e simili? Mi sono resa conto di essere allergica a glitter e co.(esiste anche il bolg più glitterato dell’anno), ma soprattutto alle foto naif e pseudo romantiche.Noto che molta gente ne è pazza, forse li aiuta ad esprimere i loro concetti più che delle parole…ma, perdonatemi, che foto tristi! Chi come me è cresciuto negli anni 90, prima del boom di Internet, prima dei blog, msn ecc. ricorderà senz’altro che la fonte inesauribile di foto naif del genere erano senza dubbio le riviste per bambini preadolescenti, e nei casi più disperati adolescenti.. tutte stickers e poster. Prima fra tutte senza dubbio il CIOE’, che con sorpresa ha ancora vita e sforna in edicola i suoi gadget tutti luccicanti. Oggi se hai un problema, se vuoi un consiglio o se vuoi vedere la faccia del tuo divo preferito ti basta spulciare nella rete e trovare di tutto, tempo fa invece, i poveri ragazzini orfani di Internet, si dovevano accontentare di comprare o farsi prestare una rivista (me compresa). Quanto male hanno procurato….La cosa che però mi ha sempre colpito e reso divertita anche a distanza di anni, a parte il modo di trattare i temi, è la tristezza delle foto editoriali di questi giornali. Già a 10 anni, capivo che qualcosa non andava. Avete presente quelle foto di ragazze accovacciate a riccio su se stesse? Bene quello per tali giornali esprimeva al meglio il concetto di  solitudine e paura, quanto di più ovvio, e di conseguenza accanto campeggiava l’articoletto sulla tristezza che però non la spiegava al meglio….A parte la povertà di fantasia, ovvero cielo=cielo e non nuvola o Sole= sole ecc. ciò che colpiva era proprio la fattura delle foto stesse. Ho sempre pensato ai fotografi del servizio…”Dai più triste dai..più arrabbiata dai su!”. Diciamo che oggi non mancano in giro foto simili, alcuni blog ne abbondano, vanno di moda quelle Emo, più tristi e più contorte, ma oggi voglio omaggiare la semplicità di alcune foto tipo CIOE’, ovvero ciò che fu prima, gli albori, le antesignane:

concetto della paura,della tristezza e della rabbia

concetto della paura,della tristezza e della rabbia

Ecco quando c’era il titolone bello grosso dell’articolo: MIO PADRE MI PICCHIA! o NESSUNO MI CAPISCE!o HELP..SONO TRISTE ecco che si presentava davanti ai miei occhi di novenne un immagine simile a queste…non so a voi, ma tutto ciò può dare effetti indesiderati sulla crescita.

Queste invece erano le immagini quando si parlava di amore o per dirla meglio LOVE. Gli articoli tutti spalmati da una serie di cuoricini e stelline facevano:”I SEGRETI PER CONQUISTARE IL TUO BOY”, “SONO COTTA DI LUI!”,I SEGRETI PER FARLO INNAMORARE” ec ecceteraaaaa diciamo che spesso nelle foto c’erano tutti ragazzi seminudi coi corpi strusciati e spesso con belle bandane sulla testa…molto anni 80.

concetti in foto

concetti in foto

Poi di certo non mancava la rubrica sulla bellezza, quella sull’amicizia e le amiche del cuore. Ma più di tutte, le foto degne di ricordo nella mia memoria, erano quelle incentrate sul rapporto GENITORI E FIGLI…coppie che litigano e figlia sullo sfondo imbronciata, madri che urlano alle figlie in faccia…bellissime chicche! Per chi volesse approfondire le basi e conoscere le tematiche, c’è chi si è scagliato in maniera scanzonata e ironica, come me, su questi giornaletti per ragazzini ad esempio: la NONCICLOPEDIA…E si sono proprio cresciuta male eh? Meglio i lucchetti di Moccia no? ehhhhhhhhhh

Read Full Post »

Older Posts »